Home Linux Recensione Zorin OS 11: ibrido Windows e Ubuntu?

Recensione Zorin OS 11: ibrido Windows e Ubuntu?

2
0

GNU/Linux rappresenta un modo facile e veloce per avere un sistema operativo completo, stabile e soprattutto gratuito, ma quale distro scegliere? Quasi tutti i neofiti prendono in considerazione Ubuntu, una distro GNU/Linux creata da Mark Shuttleworth nel 2004, ma l’interfaccia Unity non sembra essere adatta a quelle persone che sono abituate alla classica “barra delle applicazioni” di Windows. Zorin OS ha quindi il compito di offrire un’interfaccia simile a Windows, ma con base Ubuntu 15.10. Gli sviluppatori ci saranno riusciti? Sarà esente da bug rispetto a Gmac Linux (vedi la recensione)? Scopriamolo insieme! 🙂

Preparazione

Abbiamo installato Zorin OS in dual-boot con Windows 10 su un HP, ma prima procediamo alla preparazione della chiavetta USB usando Rufus:

  1. Scaricare la ISO dal sito ufficiale (link in fondo all’articolo)
  2. Scaricare Rufus, un programma che permette di mettere i file della ISO in una chiavetta. Avete Mac OS X oppure GNU/Linux invece di Windows? Potete usare UNetbootin per creare la vostra chiavetta USB avviabile
  3. Dopo aver scaricato la ISO, avviare Rufus come amministratore
  4. “Aprire” la ISO tramite il bottone raffigurante un disco sopra a un lettore CD (quello cerchiato nell’immagine)
  5. Verificare che il programma abbia settato bene le opzioni sottolineate
  6. Cliccare su “Avvia” e confermare la formattazione
  7. Quando ha finito, riavviare il computer e avviare la chiavetta

Questa immagine vi potrebbe aiutare (se state usando Rufus):

Rufus

Avvio in live e installazione

boot-live

Arrivati al bootloader GRUB, scegliamo di avviare la distro in modalità live senza installarla. Ad accompagnarci durante l’avvio è il logo di Zorin OS che dopo alcuni secondi si illumina. Sinceramente è molto carina. Dopo l’avvio e la comparsa del desktop, cominciamo con l’installazione.

installer-live

L’installer è uguale a quello di Ubuntu. Nessun bug riscontrato durante l’installazione, ma dopo aver finito di configurare il nuovo utente, all’improvviso (con il volume al massimo) compare un video di benvenuto. Non era altro che una sequenza di scritte in varie lingue che tradotte significavano appunto “Benvenuto“. Carino, ma stavamo quasi per prendere un infarto!

Dopo averlo installato, riavviamo il PC!

Primo avvio

Desktop-ZorinOS

Ecco a voi il desktop di Zorin OS!

Uhm, mi ricorda qualcosa… Windows 7, sei tu? Per farvi capire quanto siano simili questi due desktop, vi metto sotto la scrivania di Windows.

Windows7

Sembrano simili, no🙂

La “barra delle applicazioni” di Zorin OS è fedele all’originale ed è fatta molto bene! A sinistra abbiamo il pulsante Start; al centro le icone dei programmi, simile come sempre a Windows; infine, a destra troviamo le icone di notifica, con l’audio, internet, l’input della tastiera e un pulsante dove puoi spegnere, riavviare e accedere alle impostazioni del sistema operativo.

terminale

Come potete vedere dall’immagine sopra, viene installato con il kernel Linux 4.2.0 ed è basato su GNOME con AWN 0.4.2. Grazie a questa “dock”, potete personalizzare Zorin OS utilizzando 2 programmi che vedremo più avanti in dettaglio. 🙂

Il menu Start

menu-start

Come ho già detto a inizio articolo, Zorin OS è stato pensato per essere simile a Windows. Il menu Start è praticamente uguale a quello di Windows 7, quindi gli utenti che proveranno GNU/Linux per la prima volta si troveranno bene con questa distro. Questo menu si presenta molto carino, senza bug grafici. É suddiviso in categorie: cliccando ad esempio Internet, compariranno tutti i programmi che fanno uso della connessione Internet, come Firefox. A destra abbiamo le “scorciatoie”, dove puoi accedere velocemente alla cartella Immagini, Video, Documenti, Musica, ma soprattutto alla cartella Home dell’utente. Sotto a queste scorciatoie, ci sono due pulsanti: uno per spegnere (a sinistra), l’altro per terminare la sezione corrente (a destra).

Programmi preinstallati

Oltre i programmi preinstallati di Ubuntu (più GIMP, Openshot e alcuni giochi), gli sviluppatori ne hanno aggiunti degli altri, utili per personalizzare al meglio l’aspetto di Zorin e per facilitare il suo utilizzo. Vediamoli insieme! 😉

Zorin Look Changer

Questo programma è molto interessante: permette di cambiare l’aspetto del desktop in un click! In questa versione gratuita, abbiamo 3 scelte: Windows 7 (preimpostato), Windows XP e GNOME 2. Nella versione a pagamento si aggiungono altri 3 temi: Mac OS X, Unity e Windows 2000. Qui sotto potete vedere questi 3 temi gratuiti applicati nel mio Zorin:

(Clicca sull’immagine per ingrandirla)

 

Come potete vedere dalle immagini, il tema “Windows 7” sembra decisamente migliore rispetto agli altri due. Quello di “Windows XP” lascia a desiderare, con evidenti bug grafici, mentre GNOME 2 è fatto bene, se non fosse per le icone schiacciate nella barra in basso.

Zorin Theme Changer

theme-changer Un altro programma per la personalizzazione del SO è questo, ma modifica solo il tema, il colore delle finestre e della barra delle applicazioni. Rispetto a “Zorin Look Changer”, questo è esente da bug grafici ed è utile per modificare l’aspetto del SO in modo “superficiale”, evitando di modificare completamente l’interfaccia grafica del desktop.

Zorin Web Browser Manager

browser-manager Programma per me inutile, ma che per alcuni neofiti potrebbero rappresentare l’utility più indispensabile del mondo! Zorin Web Browser Manager non fa altro che offrirti 4 browser: Firefox (preinstallato, ma lo puoi disinstallare), Google Chrome, Web (Epiphany) e Midori. Ho cercato di installare Google Chrome, ma dopo 30 secondi mi da errore. Sarà perché ho disattivato la repository del browser dalle impostazioni, ma dovevo farlo, altrimenti non potevo aggiornare il SO perché avrebbe dato errore. Insomma, questo programma per me è inutile perché potrei installare questi browser usando il file .deb del programma oppure apt-get, ma può diciamo facilitare questo lavoro in un click (sempre se non vi dia errore mentre installate Chrome).

Wine e PlayOnLinux

wine-3Zorin OS è mirata ad assomigliare a Windows, ma non si limita solo all’aspetto! Nella distro sono preinstallati infine due programmi particolari: Wine (Wine Is Not an Emulator) è un avviatore di programmi Windows, dove cercherà di far avviare i tuoi programmi e giochi preferiti compatibili solo con Windows; PlayOnLinux è un’utility dove, sfruttando Wine, ti permette di semplificare l’installazione di questi programmi. Funziona così: aprendo l’utility, basterà cliccare su Installa e selezionare il programma desiderato dalla lista per procedere all’installazione. Ti scaricherà tutto il necessario (come i font proprietari Microsoft, .NET Framework, Service Pack e/o altro, ma soprattutto la versione corretta di Wine) per far funzionare il programma e alla fine della sua installazione avrai il tuo Microsoft Office (ad esempio) installato nel tuo Zorin OS. Nell’immagine a destra vedete il menu Start che mostra il contenuto della categoria “Wine”. Come potete vedere, c’è la cartella “Programmi”, presente anche su Windows. Sotto invece ci sono PlayOnLinux e Wine.playonlinux wine-2

Zorin OS in confronto a Windows 10

Zorin OS 11 è veramente uguale a Windows? Vediamo insieme! 😉

Esplora file

finestre-windowsvszorin

In questa immagine, ho confrontato Explorer di Windows 10 con Nautilus di Zorin OS

L’aspetto di Nautilus è stato modificato tale da essere quasi uguale a Explorer! L’unica differenza sono le icone delle cartelle, ma le frecce di navigazione, la lente d’ingrandimento e la colonna a sinistra sono fedeli all’originale. Per l’utente medio si troverà sicuramente bene con Nautilus.

La scrivania

desktop-windowsvszorin

A sinistra: Zorin OS 11; a destra Windows 10

L’immagine è chiara: le due barre delle applicazioni si incastrano perfettamente e le differenze sono minime. Quindi Zorin OS si dimostra tale da imitare perfettamente il desktop di Windows 10. 😉

Programmi

office-zorinos

Zorin OS è basato su Ubuntu 15.10: quindi può installare tutti i programmi .deb compatibili con quella versione. Se aggiungi anche Wine e PlayOnLinux, potrai installare qualsiasi programma circa. Per esempio ho installato Microsoft Office 2010! Word, PowerPoint ed Excel sono tutti e tre funzionanti.

Purtroppo non tutti i programmi e giochi Windows sono installabili e/o funzionanti su GNU/Linux perché è difficile rendere Wine uguale a Windows NT. PlayOnLinux semplifica l’installazione di questi programmi sfruttando le potenzialità di Wine, ma non è abbastanza.

L’unico modo per risolvere questo problema è sostituire il programma preferito con un altro simile ma compatibile al 100% su GNU/Linux. Per esempio, invece di Photoshop, potresti installare GIMP, già preinstallato su Zorin OS.

Velocità d’avvio e di spegnimento

avvio-arresto-windowsvszorin

HP Pavilion 500-033el | Intel Core i7 3770 | Samsung SSD 250GB EVO

Uno meglio dell’altro (e viceversa)! Zorin OS è più lento di Windows 10 all’avvio, ma all’arresto invece è un fulmine. Windows risulta più veloce all’avvio, ma all’arresto invece ci mette molto di più rispetto a Zorin. Questi risultati però possono variare molto in base al vostro computer.

 Le mie considerazioni (Palmas)

Zorin OS 11 è simile a Windows? Si. Ha tutto il necessario per “emularlo”: l’aspetto della scrivania di Zorin OS è “simile” al desktop di Windows 10; grazie a Wine e PlayOnLinux ti permette di installare programmi per Windows nel tuo Zorin OS; è molto personalizzabile, ma i bug grafici impediscono una completa modifica del SO; i tempi di avvio e di arresto sono molto buoni e il menu Start è fatto molto bene. Vanno migliorati alcuni programmi come Zorin Look Changer e Zorin Web Browser Manager perché presentano qualche problema. Inoltre, siccome è un fork di Ubuntu 15.10, il supporto agli aggiornamenti di sicurezza della versione 11 finisce verso Luglio 2016, il che rende questa versione non adatta per un uso workstation rispetto alla versione 9 (il suo supporto finisce nel 2019).

Questa distro la consiglio a tutti quelli che hanno intenzione di passare per la prima volta a GNU/Linux, perché li aiuta ad entrare in un mondo che all’inizio può sembrare complesso, ma che, dopo essersi abituati con Zorin OS, ti permette di fare moltissime cose che su Windows non potevi in modo semplice e veloce. Quindi questa distro è un ottimo modo per iniziare, per poi cambiarlo in una più esperta e soprattutto più personalizzabile, come Arch Linux.

Questa recensione finisce qui! Se volete provare Zorin OS 11, qui sotto trovate il link al sito ufficiale per il download della ISO, disponibile in due versioni gratuite: Core (quella provata da noi; 64bit e 32bit) e Lite (versione alleggerita della Core; solo 32bit).

Il supporto di Zorin OS 11 è finito a Luglio 2016, quindi il download di questa versione non sono disponibili. Se vuoi scaricare l’ultima versione, sotto troverai il link per il download di due varianti: Core (gratuito) e Ultimate (a pagamento; sblocca nuove funzionalità)

[Download Zorin OS]

Installerete Zorin OS nel tuo PC? Fatecelo sapere lasciando un commento sotto a questa recensione! Buona giornata e alla prossima da Palmas! 😉

Se l’articolo ti è piaciuto, ricordati di mettere mi piace alla nostra pagina Facebook di TechMuffin per non perdere le ultime notizie dal mondo GNU/Linux e di installare l’app ufficiale nel Play Store!

Vedi altri articoli correlati
Vedi altro da Francesco Palmas
Vedi altro in Linux

Guarda anche

Deepin 15.4.1 rilasciato: nuovo launcher, Light DDE e altro ancora

Il team di Deepin ha rilasciato il primo aggiornamento del ramo 15.4 della distro. Inizial…